Consigli dietetici per un rientro dalle feste meno traumatico

Consigli dietetici per un rientro dalle feste meno traumatico

Pubblicato il Categorie Mantenersi in formaTag , , , , , , , ,

Le feste natalizie sono un momento di grande gioia, specialmente per il palato. Purtroppo però spesso accade che questa felicità si trasformi in rimorsi e sensi di colpa nel periodo immediatamente successivo.
Ecco qualche regola d’oro per un ritorno alla normalità senza ansie né stress legati ai chili di troppo:

    1. Non saltare mai i pasti. Il nostro organismo non è una scatola da riempire: se abbiamo esagerato in un momento non ci gioverà cercare di controbilanciare l’effetto evitando alcuni pasti. È consigliabile invece dilazionare gli apporti di nutrienti facendo 3 pasti moderati e 2 spuntini1, così da garantire un corretto e costante apporto energetico nell’arco del giorno ed evitare ‘buchi allo stomaco’ che ci faranno cercare disperatamente il frigorifero.
    2. Verdura all’inizio dei pasti. Con un contenuto significativo in acqua e fibre, la verdura conferisce un certo senso di sazietà, strategico per non esagerare con le portate successive2,3. Oltretutto apporta sostanze antiossidanti, utili per l’organismo a combattere i danni dei radicali liberi4.
    3. Non trascurare l’idratazione. Se l’organismo si è appesantito durante le feste, può essere il momento giusto per depurarlo, per questo è importante non dimenticare l’idratazione, cercando di bere almeno 1,5 litri al giorno1 (adattando le esigenze in funzione dell’età), ed aiutandosi con the e tisane, da bere senza zucchero5. Non riesci a rinunciare al sapore dolce? Scopri di più sulle alternative in questo articolo.
    4. Ricominciare dall’attività fisica. Sebbene la stagione invernale non sia delle più invitanti, è importantissimo mantenersi in allenamento facendo del movimento tutti i giorni1. Un consiglio può essere quello di sfruttare il mattino o la pausa pranzo per fare una breve passeggiata nelle ore di luce; per gli amanti della neve invece, approfittare dello sci nei weekend.

Riferimenti bibliografici
1 Cialfa, E., D’Amicis, A., Leclercq, C., Quaglia, G. B., Sette, S., Ticca, M., & Tomassi, G. (2003). Linee guida per una sana alimentazione italiana. Istituto nazionale di ricerca per gli alimenti e la nutrizione, Roma Italia, 86.
2 Spill, M. K., Birch, L. L., Roe, L. S., & Rolls, B. J. (2011). Serving large portions of vegetable soup at the start of a meal affected children’s energy and vegetable intake. Appetite, 57(1), 213-219.
3 Flood, J. E., & Rolls, B. J. (2007). Soup preloads in a variety of forms reduce meal energy intake. Appetite, 49(3), 626-634.
4 Kaur, C., & Kapoor, H. C. (2001). Antioxidants in fruits and vegetables–the millennium’s health. International journal of food science & technology, 36(7), 703-725.
5 Bach-Faig, A., Berry, E. M., Lairon, D., Reguant, J., Trichopoulou, A., Dernini, S., … & Serra-Majem, L. (2011). Mediterranean diet pyramid today. Science and cultural updates. Public health nutrition, 14(12A), 2274-2284.